Le metodologie che applichiamo

Gli interventi del nostro Studio si basano prevalentemente su due metodologie per lo sviluppo delle capacità cognitive e per il trattamento pedagogico-educativo: il metodo Feuerstein e il sistame CO.CLI.T.E

Il Metodo Feuerstein sviluppa e potenzia le capacità cognitive, il pensiero, la riflessione e interviene sulla motivazione producendo significative modificazioni nell’apprendimento.
Questo metodo, nato in Israele nel secondo dopoguerra, è oggi diffuso in 50 paesi e tradotto in 17 lingue. Inizialmente studiato per ragazzi con difficoltà di apprendimento, viene oggi utilizzato con successo per sviluppare creatività e flessibilità, per riattivare risorse verso l’apprendimento e verso l’imparare ad imparare.
Il Metodo Feuerstein si fonda su tre concetti fondamentali:

  • la concezione olistica dell’individuo, visto nella sua integrità;
  • la teoria della modificabilità cognitiva strutturale, ovvero la convinzione che in ogni età e situazione l’individuo sia modificabile sul piano cognitivo, che in ogni individuo sia presente una disponibilità ad attivare risorse ancora latenti;
  • l’esperienza di apprendimento mediato, ovvero il tipo di relazione attraverso cui la modificabilità può essere indotta.

Il metodo, centrato sull’ascolto, sull’attenzione ai saperi individuali e ai diversi stili cognitivi, privilegia la riflessione sui processi mentali, piuttosto che la trasmissione di contenuti. La consapevolezza metacognitiva del proprio modo di apprendere consente di trasferire in altre situazioni le abilità possedute o acquisite nella formazione e avvia all’uso autonomo del pensiero. Questo percorso è reso possibile grazie all’interazione con un mediatore che non dà risposte, ma indirizza ed orienta sull’analisi dei processi di pensiero messi in atto durante la soluzione di un problema.
Il Programma di Arricchimento Strumentale (P.A.S.) è composto da 14 strumenti che comprendono complessivamente più di 500 esercizi carta e matita ed è applicato in differenti contesti (dalla scuola alla formazione professionale, all’educazione degli adulti, all’impresa e alla riabilitazione degli anziani). Si presenta in particolare come mezzo di notevole efficacia per intervenire sul disagio giovanile e sull’handicap.


Il Sistema CO.CLI.T.E. è un trattamento pedagogico/educativo con l’obiettivo di una ri-abilitazione dei principali processi mentali propri lettura, della scrittura e delle abilità matematiche.

Questo metodo è costituito da un insieme di azioni educative nei confronti dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento orientate in senso cognitivista e clinico. Esso si caratterizza per una modalità di rito pedagogico, quindi come un Trattamento Educativo, che si declina nei tempi e modi della globalità dell’approccio sull’interezza delle funzioni umane (motorie, percettive, emotive, affettive, intellettive, linguistiche, sociali, operative), della “presa in carico globale”, pertanto secondo un Approccio Ecologico.
Il Metodo si caratterizza per la focalità di due attributi:

  • ecologia, approccio all’interezza delle funzioni umane
  • dinamicità, tendenza alla rapidità dell’agire cognitivo

Il Sistema CO.CLI.T.E osserva un insieme di procedure che attivano il leggere e lo scrivere unitamente alla funzione motoria, percettiva, linguistica, intellettiva e coordinativa generale.


Il nostro studio è anche specializzato nel programma “Learning Potential Assessment Device – LPAD

Si tratta di un programma di valutazione dinamica del potenziale di apprendimento e si propone un approccio dinamico alla valutazione basato sulla teoria della Modificabilità Cognitiva Strutturale, cioè l’eccezionale capacità degli esseri umani di cambiare o modificare la struttura stessa del loro funzionamento cognitivo al fine di adattarsi a nuove situazioni di vita. Ogni essere umano, a cui vengano offerti le condizioni e i mezzi di cui ha bisogno, può migliorare le sue modalità di funzionamento. LPAD rappresenta un cambiamento radicale nel metodo valutativo. Esso modifica la pratica del test statico classico in quattro grandi aree:

  1. gli strumenti impiegati
  2. la situazione di somministrazione del test
  3. l’orientamento del processo
  4. l’interpretazione dei risultati

Per saperne di più, clicca qui.

Accompagnare l’individuo con la mediazione verso un atteggiamento ottimista nei confronti della vita e di se stesso, non è solo un modo per farlo sognare, ma è fornirgli le condizioni perché questo ottimismo si possa materializzare! [R. Feuerstein]